L'essiccatore per alimenti Clatronic Bomann DR 448 CB

Posseggo e uso con regolarità l’essiccatore per alimenti Clatronic Bomann DR 448 CB da quando l’ho ricevuto come regalo di Natale nel 2015. 

Non conoscevo il mondo dell’essiccazione prima, perciò tutto quel che ho appreso su questo metodo e sulle diverse tipologie di essiccatori, è conoscenza successiva. Devo alla semplicità di questo essiccatore e alla sua facilità d’uso la passione per l'essiccazione che ho ora.

Le caratteristiche tecniche del Clatronic Bomann DR 448 CB

L'essiccatore Bomann DR 448 CB è costituito da un basamento in plastica di colore bianco all'interno del quale sono alloggiati il motore e la ventola, sul basamento vengono disposte, in appoggio verticale, 5 griglie tonde in plastica trasparente e un coperchio.

L'apparecchio può essere utilizzato con tutte le griglie contemporaneamente oppure con una parte di esse, anche con una sola in caso di pochi ingredienti da essiccare. L'utilizzo di tutte le griglie è la scelta preferibile, sia per ottimizzare i consumi che per ottenere la massima produzione possibile, considerando che tutti gli alimenti una volta essiccati riducono di molto il loro volume per effetto della dispersione della componente umida.

Misurando 32.7 x 33 x 31.5 cm e pesando – completo di basamento, griglie e coperchio – 1,75 chili, è leggero e maneggevole. Occupa più o meno lo stesso spazio di un robot da cucina, perciò può essere sistemato sul piano della cucina, su un mobile, una mensola o anche su un carrellino. In ogni caso è così facilmente trasportabile che si può decidere di volta in volta dove riporlo.

Io lo utilizzo in luoghi diversi – a volte in cucina, a volte lo trasferisco in altre stanze o addirittura sul pianerottolo del vano scale – perché a seconda dell’orario in cui lo metto in funzione, o a seconda del prodotto che sto essiccando, può essere più utile per me farlo funzionare in un luogo separato. Il rumore del motore - sebbene non sia particolarmente rumoroso – può essere fastidioso in alcune circostanze, ad esempio quando la tv è accesa, oppure può accadere che gli alimenti in essiccazione producano un odore non gradito a tutti i familiari (soprattutto i figli che non gradiscono cipolla, funghi e peperoni): in questi casi trasferisco l’essiccatore in un’altra stanza dove poter tenere la finestra aperta. So di persone che preferiscono utilizzarlo in cantina, perciò escludendo i luoghi chiusi, cioè l’interno di mobili o di armadi, è un apparecchio adatto a tutte le esigenze abitative.

L’apparecchio è dotato di marchio CE e sul manuale di istruzioni è riportata la specifica che risponde, come deve essere, a tutte le direttive e agli standard di sicurezza in vigore. Oltre alle normative elettriche, la principale sicurezza dell'apparecchio consiste nel sistema di protezione in caso di surriscaldamento.

In merito al BPA il manuale non riporta nulla in proposito, ma trattandosi di un oggetto acquistato nel 2015 quando gli studi sul BPA erano ancora in corso (l’inasprimento delle norme è del 2018) l'etichetta di BPA free non era ancora stata definita. Non ho motivo di dubitare che gli apparecchi prodotti attualmente abbiano recepito le regolamentazioni più recenti, fermo restando il fatto che i pareri scientifici sul BPA non sono ancora univoci e che le normative sono comunque in progressivo aggiornamento.

Si pulisce con estrema facilità, ma occorre fare attenzione a non usare acqua grondante che possa penetrare nelle fessure di ventilazione. Le uniche parti lavabili in acqua sono le griglie, io le lavo sempre a mano con una semplice spugna e detersivo per piatti, mentre per il basamento è sufficiente un panno umido, perché non deve essere immerso in acqua o in altri liquidi.

Lo uso soprattutto per preparare il dado vegetale, il sale di sedano, e chips di frutta

L’essiccatore si utilizza per essiccare in casa alimenti diversi, solitamente frutta e verdura, ma anche carne e pesce, erbe aromatiche, fiori, funghi, pasta fatta in casa. Può essere utilizzato per la realizzazione di alcune ricette, ad esempio per la cottura delle meringhe o di barrette snack, o per la produzione di carne essiccata, anche destinata all’alimentazione degli animali domestici. Inoltre, l’essiccazione consente la “cottura” crudista, cioè è possibile cuocere cibi adatti all’alimentazione crudista utilizzando temperature che non superino i 40 gradi (che per questo modello dovrebbe corrispondere alla temperatura 1).

Io utilizzo il mio Clatronic Bomann soprattutto per essiccare frutta e verdura. Le due produzioni che ripeto più spesso sono il dado granulare vegetale e il sale di sedano, entrambi per me molto utili poiché cucinando abitualmente senza sale, li utilizzo entrambi come insaporitori al posto del sale.

Riguardo la frutta, le produzioni per me più abituali e molto richieste dai miei figli sono le chips di mela, uno snack davvero buono e sano, e le arance essiccate, che solitamente utilizzo come aroma per dolci, o per aromatizzare tè e tisane.

Pro e contro del Bomann DR 448 CB: è un essiccatore base per me funzionale

Non ho avuto l’occasione di provare altri modelli o altre marche di essiccatore, per cui non posso fare confronti diretti. Sicuramente esistono sul mercato modelli di più grandi dimensioni o più professionali che possono essiccare quantità di prodotto più abbondanti, ma per quelle che sono le necessità della mia famiglia il mio Bomann se la cava egregiamente

Dal momento che non amo le cose complicate, né gli elettrodomestici da programmare o con i programmi preimpostati, io e il mio essiccatore ‘basico’, come mi piace definirlo, siamo andati d’accordo fin dal primo momento, e dopo anni non sento ancora la necessità di sostituirlo: riempio le griglie, lo accendo e lo lascio lavorare, non ha bisogno di molte attenzioni per fare il suo lavoro. L’unica accortezza da avere durante il funzionamento è che, avendo le griglie impilate verticalmente, è bene invertirne l’ordine almeno una volta (a seconda del tempo di essiccazione), soprattutto è bene farlo per la prima e l’ultima griglia della pila, cioè la più lontana e la più vicina alla ventola.

Anche se finora la cosa non mi ha dato problemi d’uso e non ne ho sentito grande necessità, quel che può essere considerato uno svantaggio rispetto ad altri essiccatori è l’impossibilità di regolare la temperatura. Non penso che la regolazione della temperatura sia fondamentale per la buona riuscita dell’essiccazione, per lo meno per l’uso che ne faccio io, tanto che finora non ho mai sentito la necessità di cambiare apparecchio, ma conoscere la temperatura d’uso può essere utile, ad esempio, per i crudisti che necessitano di temperature inferiori ai 40 gradi e devono essere certi di non superarli, oppure per chi vuole essiccare un prodotto da regalare e sente la necessità di farlo nel rispetto delle esigenze del destinatario.

Non avendo mai provato altri essiccatori, posso solo consigliare il mio Bomann DR 448 CB. So anche che gli essiccatori di marca Tauro sono piuttosto diffusi, ma hanno anche un costo discretamente più elevato. L’acquisto dell’essiccatore alla fine deve dipendere dalle proprie esigenze.

Giudizio finale

Prezzo Medio basso

Il Clatronic Bomann DR 448 CB è un essiccatore piuttosto economico, un modello base, che però non ha nulla da invidiare ad altri essiccatori più cari: svolge egregiamente il suo lavoro senza richiedere alcun tipo di intervento manuale. È inoltre così maneggevole che può essere posizionato in ogni angolo della casa, persino in cantina, a seconda delle proprie esigenze.

Pulizia Facile

Il basamento del Bomann DR 448 CB non può essere immerso in acqua, ed è infatti sufficiente un panno umido. Le griglie sono invece lavabili a mano separatamente.

Utilizzo Facile

Il modello DR 448 CB è funzionale per due motivi: non ha programmi preimpostati o temperature da settare – basta riempire le griglie, infilarle nell'essiccatore e accenderlo – e una volta avviato, lavora in autonomia, ci si può letteralmente dimenticare di lui fino a fine procedimento. Vi consiglio in ogni caso di invertire l’ordine delle griglie almeno una volta durante l'essiccazione, soprattutto la prima e l’ultima della pila, rispettivamente la più lontana e la più vicina alla ventola.

Potrebbe interessarti
Provato dal blogger
Maria Luisa Trapanotto Blogger di Uovazuccheroefarina

L'essiccatore per alimenti Tauro Biosec Domus B5

Opinioni della blogger M.Luisa Trapanotto sull'essiccatore Tauro Biosec Domus B5. Scopri pro e contro, e trova il miglior prezzo per…
Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.