Macchine da caffè

PERCHE' ACQUISTARE UNA MACCHINA DA CAFFE'

Perché vi piace il caffè, ovviamente. E perché il caffè con la macchinetta viene bene come quello del bar. Perché sporca meno della Moka. E si fa anche più in fretta. Perché a lungo andare non si spende nemmeno così tanto. Insomma, per un sacco di validi motivi. E se di caffè ne consumate di più di una timida tazzina prima di andare al lavoro, allora la macchina da caffè può diventare davvero conveniente, da tutti i punti di vista.

COME FUNZIONA LA MACCHINA DA CAFFE'

L'acqua calda passa attraverso il caffè e ne estrae sapori e profumi. Alla fine, è tutto lì. Succede la stessa cosa con l'Ibrik, con la Moka, con la caffettiera napoletana e con le moderne macchine a capsule, a cialde o automatiche. E anche con quelle da caffè americano. Ma succede in modi diversi che producono caffè molto diversi.

Il segreto del caffè fatto con la macchina del bar è la pressione con cui l'acqua passa attraverso la polvere. Una pressione che deve essere tra i 12 e i 15 bar - ma se è più alta è ancora meglio - e che le macchine casalinghe moderne sono in grado di replicare.

Ma quindi, come funziona la macchina da caffè? Una resistenza elettrica scalda l'acqua che viene mantenuta ad alta temperatura in una piccola caldaia. Una pompa estrae l'acqua dalla caldaia e la spinge verso il gruppo di erogazione dove l'acqua passa attraverso il caffè. E il gioco è fatto. In questo modo funzionano le macchine a capsule, quelle a cialde e quelle automatiche.

Per quanto riguarda in caffè americano, invece, l'acqua calda cade sopra il caffè macinato e vi passa attraverso senza essere spinta da una pompa. In modo simile a questo funziona la caffettiera napoletana, nella Moka il caffè viene spinto verso l'alto dal calore e da una particolare struttura interna, nel caso dell'Ibrik il caffè sta invece "a mollo" nell'acqua per un po'.

TIPI DI MACCHINE DA CAFFE'

Ci sono diversi tipi di macchine da caffè. Ci sono quelle che usano le capsule, piccoli cilindri (o quasi) in plastica o in alluminio che contengono una dose di caffè macinato. Quelle a cialde, fatte di caffè pressato e contenuto in due piccoli fogli di carta-filtro. Quelle automatiche, che macinano il caffè in chicchi e da quel caffè macinato fanno il caffè. E poi ci sono le macchine da caffè americano, che fanno un caffè molto diverso da quello a cui siamo abituati in Italia, più lungo e leggero, con sapori e profumi diversi.

MACCHINE DA CAFFE' A CAPSULE

Le macchine da caffè a capsule sono di solito molto piccole. Le misure variano da modello a modello, ma in linea di massima lo spessore è tra i 10 e i 15 centimetri, e la profondità e l'altezza sono tra i 20 e i 30 centimetri. E hanno un design compatto. Sono quindi facili da collocare in una cucina, anche piccola. Hanno un serbatoio per l'acqua, un motorino che la scalda e un sistema per fare il caffè.

Questo sistema è piuttosto importante. Quando sentite parlare di una macchina Nespresso, A Modo Mio e Dolce Gusto, ad esempio, si tratta appunto di un sistema per estrarre il caffè. E quando sentite parlare di capsule compatibili con Nespresso eccetera, si tratta appunto di capsule che possono funzionare con quel sistema.

Hanno un serbatoio per le capsule usate e un vassoio salvagoccia appena sotto il ripiano dove appoggiare le tazzine.

Funzionano con le capsule da caffè. Le capsule sono piccoli oggetti di forma conica che contengono tra i 5 e i 7 grammi di caffè in polvere, la quantità giusta per una tazzina. Basta inserire la capsula nell'apposito spazio e pigiare il pulsante di accensione della macchina, che poi farà tutto da sola.

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte di capsule da caffè

Le macchine da caffè a capsule hanno ottenuto un grande successo di mercato perché sono piccole e compatte, facili da usare e da pulire, e il caffè che producono è paragonabile a quello del bar. Perché si sporca molto meno che con una moka. E a volte sono proprio carine.

LEGGI ANCHE: Macchine da caffè a capsule: le migliori del 2021

MACCHINE DA CAFFE' A CIALDE

Le macchine da caffè a cialde sono un po' più grandi e pesanti delle macchine da caffè a capsule. Ma secondo gli intenditori il caffè viene meglio. Anche questo tipo di macchine ha spesso un design compatto che ne facilita la collocazione in cucina. Come le precedenti, hanno una struttura semplice: deposito per l'acqua, dispositivo per il suo riscaldamento, pompa a pressione che spinge l'acqua nel caffè, filtro, e ripiano dove appoggiare le tazzine. Nella maggior parte dei casi, le macchine per il caffè a cialde hanno anche un filtro per il caffè in polvere.

Funzionano con le cialde da caffè. Spesso cialde e capsule vengono confuse, ma non sono la stessa cosa.

Le cialde sono infatti composte da caffè pressato contenuto in due fogli di carta di riso. Ci sono diversi tipi di cialde, sia per forma sia per dimensione. Ma le più diffuse sono le cialde ESE (Easy System Espresso), che sono rotonde e hanno un diametro di 44 millimetri. Le cialde ESE sono così diffuse, che sono diventate anche uno standard di costruzione per le macchine stesse.

Secondo gli intenditori, con queste macchine il caffè viene meglio rispetto a quello prodotto dalle macchine a capsule, più simile all'espresso del bar. Sono però più difficili da usare, e ci vuole un po' di tempo per prendere la mano. E usandole si sporca un po' di più rispetto alle macchine a capsule.

LEGGI ANCHE: Macchine da caffè a cialde: i migliori modelli del 2021

MACCHINE DA CAFFE' AUTOMATICHE

Secondo gli esperti, le macchine da caffè automatiche sono quelle che fanno il caffè migliore, il più simile a quello del bar. Ma sono anche le più grandi, le più costose e quelle che bisogna pulire più spesso e con maggiore attenzione. La particolarità di queste macchine è che hanno una macina interna che macina, appunto, il caffè in grani e lo rende in polvere, e con questa polvere fa subito il caffè. Utilizzando i chicchi del caffè in questo modo, la macinatura sarà sempre fresca.

Altro vantaggio delle macchine da caffè automatiche è la versatilità. Sono infatti in grado di fare molti tipi diversi di bevande: il caffè espresso e il caffè lungo, ovviamente, ma anche il cappuccino e il latte macchiato, tè e tisane. E molte macchine hanno funzioni aggiuntive che permettono di personalizzare il vostro caffè, dalla macinatura dei chicchi all'intensità dell'aroma.

Tra gli svantaggi ci sono le dimensioni, il costo e le necessità di pulizia. Le macchine da caffè automatiche hanno infatti una struttura più complessa rispetto a quelle a cialde, a capsule e anche a quelle per il caffè americano. E questa complessità le pone a maggior rischio di calcificazione e di muffe. Ma i modelli migliori hanno programmi automatici molto utili a facilitarne la pulizia.

Insomma, se amate veramente il caffè e siete disposti a qualche sacrificio in più, una macchina da caffè automatica può essere quello che fa per voi.

LEGGI ANCHE: Macchina da caffè automatica: le migliori del 2021

MACCHINE DA CAFFE' AMERICANO

Per quanto riguarda le macchine da caffè americano le dimensioni aumentano ancora un po'. Anche perché quando si parla di caffè americano si parla di un caffè molto lungo, e di un consumo che può diventare quantitativamente rilevante. E quindi il serbatoio deve essere più grande. Il filtro lo è per il modo in cui il caffè viene prodotto. E tra le parti importanti della macchina c'è anche una caraffa per contenere il caffè.

La struttura però è più semplice delle precedenti. L'acqua, infatti, deve semplicemente colare nel caffè, senza necessità di particolari livelli di pressione. Gli elementi fondamentali di una macchina da caffè americano sono quindi il serbatoio, il sistema per scaldare l'acqua e farla colare nel caffè, il filtro (molto più grande di quelli per il caffè espresso), e la caraffa dove far scendere il caffè.

Funzionano con un caffè diverso, solitamente meno tostato e macinato in maniera meno fine rispetto a quello del caffè espresso.

LEGGI ANCHE: Macchine da caffè americano: le migliori del 2021

LA MIGLIORE MACCHINA DA CAFFE' PER CASA

Come abbiamo appena visto ci sono diverse tipologie di macchine da caffè. E ogni tipo ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. La macchina a capsule è la più comoda e semplice da usare, perché è di solito è piccola e compatta, e il caffè è comunque buono. La macchina a cialde è un po' più grande, fa un caffè migliore ma è un po' più complessa da usare sporca un po' di più. Quella automatica è molto più grande, è più costosa, ma il livello qualitativo del vostro caffè sarà certamente il più alto. Con le macchine per il caffè americano si va invece in un altro territorio gustativo, sia per quanto riguarda il gusto che per le abitudini di consumo che permette e si porta dietro.

Ma qual'è la migliore macchina da caffè per casa? Come sempre non c'è una riposta valida per tutti i casi. Anzi, ogni situazione fa a sé. Per scegliere quella che è meglio per voi dovrete considerare tutti i pro e tutti i contro del caso, e confrontarli con i vostri gusti e con le vostre possibilità, di denaro ma non solo. Anche con lo spazio che avete a disposizione e con il tempo che volete dedicare alla manutenzione dell'apparecchio.

COME SCEGLIERE UNA MACCHINA DA CAFFE'

Come appena accennato, per scegliere una macchina da caffè bisogna considerare tante cose. E considerarle tutte insieme. Per semplificare le dividiamo in due gruppi: le vostre esigenze e le caratteristiche oggettive della macchina.

Con le vostre esigenze si intende:

  • i vostri gusti (sapore e profumo)
  • quanto spesso bevete il caffè
  • il tempo che avete a disposizione per la manutenzione della macchina
  • quanto spazio avete in cucina

Le caratteristiche oggettive da considerare sono:

  • la qualità del caffè prodotto
  • le dimensioni della macchina
  • la facilità di utilizzo
  • e la facilità di pulizia

La qualità del caffè prodotto dalla maggior parte delle macchine in commercio è comunque di ottimo livello. Ma, secondo gli esperti, segue questa classifica: le migliori sono le macchine automatiche, poi ci sono quelle che utilizzano il caffè macinato, poi quelle a cialde, e poi quelle a capsule.

Anche le dimensioni seguono la stessa sequenza: le macchine automatiche sono le più grosse, quelle a caffè macinato e a cialde sono un po' più piccole, e ancora più piccole sono quelle a capsule.

Per la facilità di utilizzo le cose vanno in modo leggermente diverso. Le macchine automatiche, le più grandi e complesse, sono molto facili da usare: basta inserire il caffè in grani, scegliere quello che desiderate e schiacciare il pulsante di avvio. Ancora più semplici sono le macchine a capsule: basta inserire la capsula e pigiare il pulsante del caffè che preferite. Leggermente più complessa è la macchina a cialde (o a caffe macinato) per cui ci vuole un po' di manualità in più, che si può però apprendere in davvero poco tempo.

Per quanto riguarda la pulizia della macchina da caffè, la vediamo qui sotto.

COME PULIRE UNA MACCHINA DA CAFFE'

Tutte le diverse tipologie di macchina da caffè devono essere pulite periodicamente. Bisogna pulire i componenti che si possono sganciare o raggiungere in altro modo. E togliere gli accumuli di calcare, che si trovano soprattutto nella caldaia, e per questo ci vuole un procedimento apposta.

Per pulire alcuni componenti, l'unica è smontarli e lavarli. Di solito basta una soluzione di acqua e aceto. La si spruzza sulle superfici da pulire e la si lascia agire per un po'. E poi la si toglie con una spugna umida. Per poi asciugare tutto con carta da cucina. Per le macchine a capsule e a cialde la cosa è abbastanza semplice. È più difficile con le macchine automatiche, che hanno una struttura più complessa.

Per la decalcificazione ci sono spesso programmi automatici. Quando è invece necessario andare oltre, basta una soluzione di acqua e aceto o limone (ma ci sono anche detergenti apposta). Due misure di acqua e una di aceto dovrebbero bastare, ma se la vostra macchina è molto sporca allora aumentate l'aceto. Poi riempite il serbatoio con la soluzione e fate andare la macchina come se voleste fare un caffè. Se avete una macchina a capsule, mettete una capsula vuota. Poi fate la stessa cosa, ma solo con acqua.

DOVE COMPRARE (ON LINE) UNA MACCHINA DA CAFFE'

La rete offre tante occasioni e opportunità di acquisto. I siti di e-commerce che vendono anche macchine da caffè sono molti. E alcuni sono addirittura specializzati in questa categoria merceologica. GialloZafferano Shopping vi proporrà le occasioni migliori e le recensioni delle sue blogger e dei suoi blogger per spiegarvi nel dettaglio i pregi e i difetti dei modelli più diffusi.

DOVE (E QUANDO) NASCE LA MACCHINA DA CAFFE'

Le prime vere macchine del caffè vedono la luce verso la fine della seconda rivoluzione industriale. Quando l'inurbamento e la crescita della domanda provocarono un forte aumento della domanda di beni di consumo, e anche di caffè. Il primo esemplare brevettato venne presentato all'Esposizione Universale di Parigi nel 1855, seguito a breve distanza di tempo da quello di Luca Bazzera nel 1901, che lo stesso Bazzera venderà poi a Desiderio Pavoni nel 1906. Da questa prima macchina italiana nascerà poi Ideale, anche questa targata Pavoni, in grado di produrre 150 caffè all'ora. Forse la prima vera macchina da caffè, che superava i limiti delle due precedenti ricordate sopra.

La storia continua con altri modelli, sempre più performanti e capaci di produrre un caffè di qualità. Ma due personaggi che vale la pena di ricordare sono il generale austroungarico Ferenc Illy e Achille Gaggia che dagli anni '30 fino ad oggi con le loro aziende portano avanti sperimentazione e progressi in questo campo.

Anche la ceffettiera napoletana ha origini francesi. Un tal Morize inventa infatti a Parigi una caffettiera molto simile, che però in patria non ha successo. Un successo che invece troverà appunto a Napoli dove, cambiato il materiale (da rame ad alluminio) e aggiunto una capsula che racchiudeva il caffè macinato, sarebbe diventata la caffettiera del popolo.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.