• Shopping list

Macchine del caffè a capsule: le migliori del 2019

Perché comprare una macchina per il caffè a capsule

Perché è facile da usare. Perché di solito è molto piccola, spesso anche bella, e può diventare un elemento allegro e colorato dell'arredamento della cucina. E perché le capsule sono tantissime e si può esplorare un mondo di sapori.

Le migliori macchine per il caffè a capsule del 2019

Di seguito vi proponiamo una selezione delle macchine per il caffè a capsule che riteniamo più interessanti.

La redazione

1. LA PIÙ VENDUTA: Nespresso Inissia

La macchina per il caffè Inissia modello EN 80.B prodotta da Nespresso è piccola e compatta. È larga 12 centimetri, profonda 32 e alta 23. E pesa 2,4 chili.

Ha un serbatoio di 0,7 litri e funziona a capsule, sia originali Nespresso sia compatibili.

Produce il caffè a 19 bar di pressione, cosa che garantisce un ottimo risultato.

Per accenderla basta schiacciare uno dei due bottoni con il simbolino della tazzina. Una volta raggiunta la temperatura di lavoro, basta inserire la capsula nell'apposito vano e schiacciare uno dei due bottoni usati per l'accensione. Si può scegliere tra caffè espresso e caffè lungo.

Una volta fatto il caffè, alzando la leva e riaprendo il vano che ospita la capsula, la macchina depositerà la capsula usata in un deposito interno che ne può contenere 11.

La macchina ha un sistema di risparmio energetico con autospegnimento dopo 9 minuti di non utilizzo, e una garanzia di 2 anni.

Francesca Lucisano, blogger di Le mille e una bontà di Franci, l'ha comprata per sostituire una vecchia macchina del caffè, e ne è entusiasta:

"Avevo già sentito parlare della De Longhi Nespresso Inissia, e considerato il rapporto qualità/prezzo, che è davvero ottimo, ho deciso di acquistarla. Questa macchina del caffè è talmente maneggevole e facile da usare che non posso non ritenermi soddisfatta dell’acquisto. E poi fa un caffè divino!"

Leggi la recensione completa.

La redazione

2. LA PIÙ FAMOSA: Lavazza a Modo Mio

La Macchina per il caffè Lavazza a Modo Mio Tiny pesa 2,7 chili, è profonda 29 centimetri, è alta 24,6 e larga 12. Ha un serbatoio di 0,75 litri. Funziona con capsule A Modo Mio, ma anche con altre capsule compatibili.

Funziona tutto con un solo pulsante. Lo si deve schiacciare per accenderla. Lampeggerà fino a quando la macchina non avrà raggiunto la temperatura giusta. Si scalda in pochi minuti. Poi bisognerà inserire la capsula nell'apposito vano frontale. E schiacciare di nuovo il pulsante di accensione. A questo punto la macchina comincerà a fare il caffè. Non è prevista una funzione di spegnimento automatico, bisognerà quindi interrompere l'erogazione del caffè una volta raggiunta la quantità desiderata.

Il supporto della tazzina è rimovibile, di modo che si possono utilizzare anche contenitori più grandi.

Non ha un deposito di raccolta delle cialde.

C'è in diversi colori: rosso, blu, giallo, bianco, nero, arancione.

Lorenza Tinelli, la blogger di Mani, amore e fantasia, ne ha acquistata una nera ed è rimasta conquistata dalla sua praticità:

"Per me la Lavazza a Modo Mio Tiny è la macchina perfetta per fare un caffè "al volo" – non solo espresso, ma anche d’orzo e ginseng se si ha la capsula giusta – dopo pranzo o durante una visita improvvisa."

Leggi qui la recensione completa.

La redazione

3. LA PIÙ VERSATILE: NESCAFÉ DOLCE GUSTO Jovia De'Longhi

La macchina per il caffè DOLCE GUSTO Jovia di De'Longhi fa tantissime cose, tra bevande calde e fredde, diversi tipi di caffè espresso e di caffè lungo, cappuccino, latte macchiato e altro ancora. Per fare tutte queste cose ci sono altrettanti tipi di capsule. Per le bevande più complesse, come il cappuccino o il latte macchiato, bisogna usare più capsule.

È larga 17 centimetri, alta 33 e profonda 23. Pesa 2,5 chili. Il contenitore dell'acqua ha una capienza di 0,8 litri. Per rifornirlo bisogna sganciarlo dal corpo macchina. Non ha invece un contenitore per le capsule consumate che devo essere buttate via dopo ogni utilizzo.

Per accenderla basta schiacciare il pulsante che si trova sulla parte alta. Quando la macchina sarà alla temperatura giusta il pulsante diventerà verde. Appena dietro il pulsante trovate una leva che vi permetterà di scegliere tra bevande calde e bevande fredde.

Il supporto della tazza può essere spostato in modo da poter ospitare contenitori di diversa dimensione.

Funziona a 15 bar di pressione, si blocca automaticamente se le capsule non sono ben inserite, e ha uno stand by automatico dopo 5 minuti di non utilizzo.

Esiste in tre colori: rosso, bianco e nero.

La redazione

4. LA PIÙ PICCOLA: Nespresso Essenza Mini De'Longhi

È una delle macchine più piccole sul mercato. È profonda 32,5 centimetri, larga 11 e alta 20,5. Pesa 2,8 chili. La capacità del serbatoio è di 0,6 litri e il serbatoio per la raccolta delle capsule usate ne contiene 6. Lavora a una pressione di 19 bar.

Per accenderla basta premere uno dei due pulsanti posti sulla parte superiore. Si riscalda velocemente. Quando arriva alla giusta temperatura di lavoro i pulsanti smettono di lampeggiare. A questo punto basta inserire la capsula nel suo contenitore e pigiare su uno dei due pulsanti, uno per il caffè espresso e l'altro per il caffè lungo. È anche possibile personalizzare le due ricette, per farlo bisogna premere sul pulsante una volta raggiunta la lunghezza del caffè desiderata. La macchina memorizzerà poi la lunghezza preferita.

Funziona sia con capsule Nespresso che con capsule compatibili.

Entra in modalità di risparmio energetico dopo 3 minuti dall'ultimo utilizzo e si spegne automaticamente dopo 9.

Esiste in tre colorazioni: rosso, nero e verde.

Elena Laudicina, blogger di Cucina facile con Elena, ha acquistato il medesimo modello Essenza Mini, prodotto però dalla Krups, e ci si trova ugualmente bene, sia per la qualità del caffè che per la facilità d'uso. Lo dice chiaro e tondo:

"In genere una macchina del caffè si usa per fare il caffè. Io uso la mia Nespresso Essenza Mini principalmente per questo e mi ci trovo molto bene: il caffè è ottimo, lo preferisco a quello della moka, che tra l'altro – devo confessare – non mi esce quasi mai bene."

Leggi qui la recensione completa.

La redazione

5. DA VIAGGIO: WACACO Minipresso NS

Questa è davvero piccolissima, e si differenzia dalle altre che abbiamo visto sopra perché è portatile. Nel senso che potete portarvela in giro, anche in viaggi che richiedono poco bagaglio. È sostanzialmente cilindrica, alta 20 centimetri con un diametro di 7,5. Pesa 350 grammi.

Il deposito dell'acqua è di 70 ml, la quantità per un caffè nemmeno troppo lungo. Ma è possibile acquistare un deposito un po' più grande.

Funziona a mano, senza energia elettrica e senza gas. Nessun fuoco.

Sulla parte alta è montata la tazzina. Una volta tolta la tazzina e svitata la parte immediatamente sotto, si trova dove posizionare la capsula. A quel punto bisogna estrarre un piccolo pistone che si trova nella parte centrale. Premendo su quello, dopo alcune pressioni uscirà il caffè. L'acqua va bollita in precedenza e inserita nell'apposito spazio.

Come scegliere una macchina del caffè a capsule

Una delle cose più importanti da considerare quando si vuole acquistare una macchina di questo tipo è la pressione con cui spinge l'acqua attraverso il caffè. Da questo dipendono la qualità e il gusto.

In linea di massima, se la pressione è inferiore ai 12 bar (unità di misura della pressione), il caffè non verrà benissimo. Tra i 12 e i 15 bar la qualità dovrebbe essere buona, ma il vero caffè espresso richiede una pressione superiore ai 15 bar.

Essendo una macchina che di solito viene usata anche più volte al giorno, alcune funzioni predefinite possono renderla più semplice da utilizzare, come l'autospegnimento o l'entrata in modalità risparmio energetico dopo qualche minuto dall'ultimo caffè prodotto, o come la capacità della macchina di tenere in memoria le preferenze di chi la utilizza.

Ci sono poi macchine specializzate nel caffè, e macchine che fanno anche altre cose, come il cappuccino, il latte macchiato e anche bevande fredde.

Per quanto riguarda la struttura, le cose più importanti da considerare sono le dimensioni, il sistema di inserimento della capsula, la presenza di una vasca che raccolga quelle utilizzate e lo spazio per la tazza, che può essere fisso o di dimensione variabile. Sono tutte cose che bisogna considerare in rapporto allo spazio che si ha in cucina e a quanti caffè si vogliono fare al giorno.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.