Perché acquistare una macchina del pane

Per fare il pane in casa, ovviamente. Ma detto così è ancora poco.

Perché fare il pane in casa può essere divertente e anche salutare. Potrete sperimentare tanti tipi di pane diversi, e soprattutto tante farine e sapori diversi. E se voi o qualcuno della vostra famiglia soffre di intolleranze o di allergie, potrete fare un pane apposta per lui.

Ma la macchina del pane non fa solo il pane: fa anche l'impasto per la pasta e per la pizza, e può fare marmellate, yogurt e anche dolci.

Le migliori macchine del pane del 2019

Di seguito trovate le migliori macchine del pane del 2019. Quelle che lo sono a giudizio delle blogger, dello chef e dello staff di GZ Shop. Selezionate e provate per voi.

Provato dallo chef

1. PER BAGUETTE E ALTRO: Moulinex Home Bread Baguette

Luca Pappagallo Chef, creatore di cookaround.com

Come dice il nome, con questa macchina del pane si possono fare le baguette. Non quelle lunghe, tipiche, ma delle mini baguette. Per farle ci sono delle teglie fatte apposta, e dei supporti dove incastrare le teglie e cuocerle all'interno della macchina.

Ma oltre alle baguette, questa macchina del pane permette di fare per esempio il pane con farine speciali  integrale, soia, kamut e altre – e il pane senza glutine, ma anche di fare l'impasto per la pasta, per la pizza e per i dolci, e anche la marmellata.

Per fare tutte queste cose ci sono ben 16 programmi preimpostati.

La Moulinex Home Bread Baguette può lavorare fino a un massimo di 1,5 chili di impasto e consente tre tipi di cottura.

Tra gli accessori ci sono il cestello antiaderente per il pane, due alette impastatrici, le teglie e i supporti per le mini baguette, un taglierino, un pennello in silicone, e un dosatore graduato. Nella confezione si trova anche un ricettario.

È semplice da montare e da smontare, così come da pulire: basta un panno umido e un po' di sapone. Gli elementi che si possono staccare dalla macchina non possono essere lavati in lavastoviglie.

Nella sua recensione della Moulinex Home Bread Baguette, lo chef Luca Pappagallo ha scritto:

"Il pane viene cotto alla perfezione. La pagnotta ricorda molto il pancarrè, crosticina croccante esterna, mollica soffice, umida all’interno. Ci hanno convinto anche le baguette che restano fragranti a lungo e sono perfette per preparare anche panini sfiziosi."

LEGGI LA RECENSIONE COMPLETA

Provato dai blogger

2. OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ PREZZO: Moulinex Pain Doré OW210130

Valeria Ciccotti Blogger di Vale Cucina e Fantasia

La macchina per il pane Moulinex Pain Doré OW210130 è una macchina compatta e facile da posizionare e spostare. Pesa 3,8 chili ed è quasi quadrata (31 x 29 x 29cm).

Il corpo della macchina è in acciaio inossidabile. Il cestello è in materiale antiaderente e per questo deve essere lavato con attenzione.

È dotata di 12 programmi preimpostati che consentono di preparare molti diversi tipi di pane, anche con farine particolari e senza glutine. Si possono fare anche torte e brioche, marmellate e creme, e la pasta per la pizza.

La Moulinex Pain Doré OW210130 può lavorare fino a un massimo di un chilo di impasto. Ma si può scegliere tra tre diverse quantità, da un minimo di 500 grammi a un massimo di un chilo, appunto.

L'avvio della macchina può essere programmato e la macchina può tenere in caldo il pane per un'ora.

Nella confezione ci sono quattro accessori: il cestello dove cuocere il pane, le pale per impastare gli ingredienti, un bicchiere graduato, il gancio per togliere la pala dal pane cotto, e un ricettario che spiega come preparare diversi tipi di pane.

è venduta con una garanzia di due anni.

Nella sua recensione della Pain Doré OW210130, Valeria Ciccotti ha scritto:

"Ho scelto il modello OW210130 perché Moulinex è un’ottima marca ed è per me una garanzia di qualità. Sono molto soddisfatta. Mia figlia adora il pane tipo bauletto fatto con la Pain Doré, è davvero di qualità superiore!"

LEGGI LA RECENSIONE COMPLETA

La redazione

3. PER CELIACI: Imetec Zero-Glu

Anche in questo caso il nome dice molto. La macchina del pane Imetec Zero-Glu ha infatti la particolarità di avere programmi specifici per pane e dolci senza glutine. Sono 7, e prevedono formati diversi sia per il pane che per alcuni dolci. Ma ci sono anche 6 programmi dietetici e 7 per il pane tradizionale.

Ha un motore da 920 Watt, e può lavorare un massimo di 1 chilo di impasto alla volta. È quindi adatta a una famiglia di 4 persone.

La macchina è ben accessoriata. Nella confezione trovate il cestello, le teglie per i panini e per le ciabatte e il supporto per collocarle nella macchina e per cuocerle. Ci sono anche due pale per impastare, un gancio per estrarre il pane cotto, e un ottimo ricettario con 100 ricette per prodotti dolci o salati.

Con la Imetec Zero-Glu si possono produrre, quindi, 3 tipi di pane: panini, ciabatte e pane in cassetta.

La redazione

4. LA PIÙ VENDUTA: Macchina per il Pane Aicok

Anche la macchina del pane Aicok è una macchina compatta, quasi quadrata. Pesa 5,4 chili, il corpo è in acciaio inossidabile, il motore ha una potenza di 650 Watt, e ha 19 programmi predefiniti per cucinare pane e dolci, ma anche marmellate e yogurt.

Il pane può essere fatto con diverse farine, anche senza glutine.

Si possono scegliere tre pesature diverse, da un minimo di 500 grammi a un massimo di 1 chilo. La terza pesatura è di 750 grammi. Una volta inseriti gli ingredienti che corrispondono a un programma di cottura scelto, basta accendere la macchina che si occuperà da sola di tutte le fasi di preparazione del pane, e annuncerà la fine della lavorazione con un segnale acustico. La macchina è programmabile e tiene il pane in caldo per un'ora.

Il cestello è antiaderente, il coperchio ha un oblò che permette di vedere come sta andando la lavorazione del pane.

Tra gli accessori ci sono un misurino, un gancio per estrarre le spatole di miscelazione dal pane cotto, un manuale di istruzioni e un ricettario.

Con la macchina del pane Aicok si può fare anche la pasta per la pizza e la pasta fresca.

La redazione

5. SEMPLICE E COMPATTA: Ariete 750 Pane Express Metal

È una macchina un po' più piccola delle altre, e questo ha vantaggi e svantaggi. Da un lato è più facile trovarle posto in cucina, dall'altro ha una capienza leggermente inferiore alla media. Può infatti lavorare fino a un massimo di 750 grammi di impasto, il che la rende perfetta per single, coppie, o famiglie di massimo 4 persone.

Il corpo macchina è in acciaio inossidabile e plastica dura, entrambi materiali di ottima qualità.

Ha un motore da 500 Watt, più che sufficiente per le lavorazioni che promette di fare, e 19 programmi di cottura predefiniti. Può lavorare molte farine, anche senza glutine. Si possono fare impasti per torte e pizze, e fare marmellate e yogurt.

Produce 2 diversi formati di pane, le dorature possibili sono 3.

Risulta molto facile da usare e da pulire, e considerato quello che riesce a fare ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

Come funziona la macchina per il pane

Le macchine per il pane fanno il pane. E lo fanno in modo molto efficiente, nel senso che sono semplici da utilizzare e fanno risparmiare tempo ed energia.

Basta mettere gli ingredienti giusti e scegliere il programma di panificazione adatto, dopodiché la macchina farà tutto da sola: impastare, lievitare e cuocere. E alla fine vi avvertirà che il processo è terminato con un segnale sonoro. Alcune vi terranno anche il pane in caldo.

Le macchine del pane sono strumenti compatti, di solito quasi quadrati, dove tutti gli elementi della macchina stanno in un corpo solo. Per impastare utilizza una o più pale, dette impastatrici, e per cuocere utilizza il calore prodotto da una resistenza elettrica.

A COSA SERVE IL CESTELLO

Il tutto avviene in un cestello, di solito fatto in materiale antiaderente e di forma più o meno rettangolare. Se avete solo quello, produrrete il pane in cassetta. Per avere altri formati di pane, alcune marche forniscono modelli dotati di stampi diversi e dei supporti necessari a cuocere il pane all'interno della macchina.

I cestelli hanno capienza diversa, da un minimo di 350 grammi a un massimo di quasi due chili. Ma le macchine più diffuse permettono di lavorare da 500 grammi a 1 chilo di impasto. Nel senso che hanno più opzioni nella stessa macchina - di solito tre - ma non vanno mai oltre il chilo.

LA POTENZA DEL MOTORE

A questo punto entra in gioco la potenza del motore.

Più è alta la potenza e maggiore è il carico di lavoro che la macchina riesce a sopportare.

Quindi a una capienza maggiore dovrebbe corrispondere anche una maggiore potenza del motore. E anche un maggior numero di pale impastatrici. La potenza del motore incide anche sui tempi di cottura.

A COSA SERVONO GLI ACCESSORI

Oltre alla capienza e alla potenza, le macchine del pane si differenziano anche in base agli accessori, che le rendono più o meno versatili. Di alcuni abbiamo già parlato.

Gli accessori più importanti sono gli stampi che permettono di produrre diversi formati di pane, come baguette, panini e ciabatte, oltre al pan bauletto prodotto dal cestino di base; i supporti degli stampi per la cottura; il gancio per estrarre la pala impastatrice dal pane cotto; dosatori e lame. Molto utile può essere un buon ricettario che vi aiuti almeno nelle prime fasi di esplorazione della produzione del pane fatto in casa.

I PROGRAMMI PREIMPOSTATI

Molte delle macchine in commercio hanno diversi programmi preimpostati. Li hanno per tipologie di pane - panini, baguette, pane in cassetta - e per farine particolari e per pane senza glutine. Alcune macchine fanno anche programmi per marmellata e yogurt.

Esistono, inoltre, programmi specifici per fasi di cottura, come il solo impasto - pasta e pizza, ad esempio - o la sola cottura.

Oltre alla possibilità di esplorare una grande varietà di sapori e tipologie di pane, la macchina del pane può essere molto utile per chi ha intolleranze alimentari o allergie. Vi permette infatti di evitare gli ingredienti e le farine che fanno male a voi o a qualcuno dei vostri familiari.

LE FASI DI LAVORO DELLA MACCHINA DEL PANE

Dopo aver inserito gli ingredienti e avviata la macchina, la macchina stessa seguirà le diverse fasi di produzione.

La prima è quella del preriscaldamento, in cui i diversi liquidi coinvolti nella preparazione - acqua e latte, soprattutto - vengono portati alla temperatura adatta ad attivare il lievito. Dopo il preriscaldamento si avvia la fase di impastamento, che serve ad amalgamare gli ingredienti. Poi dovrà passare il tempo della lievitazione.

A questo punto inizierà la fase di cottura del pane. Tutte le diverse fasi avranno durate e tempi diversi in base agli ingredienti, alle farine e ai formati di pane di volta in volta utilizzati.

Cosa si può fare con la macchina del pane

Come avrete già capito, con la macchina del pane si può fare il pane con tante farine diverse e in tanti formati diversi.

Tra i formati possibili ci sono il pancarrè, i panini, la ciabatta e il pane francese. Si possono lavorare tante farine, come quella integrale e quella senza glutine, e si può fare il pane con il kamut, il farro e con la pasta madre. Ma non dimentichiamoci che si possono realizzare anche marmellate, yogurt e plumcake.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.