Perché acquistare un minipimer

Il minipimer serve a tantissime cose. È piccolo e maneggevole. Si usa e si lava facilmente. Descritto così, sembra l'elettrodomestico perfetto. E non lo è, come nessuno può esserlo. Ma può fare creme, salse, maionese, panna, passati di verdura, frullati, mousse e altro ancora. E provate a leggere con attenzione la descrizione dei prodotti che seguono e vedrete perché ha così tanto successo.

LEGGI ANCHE: I migliori frullatori del 2019

I migliori minipimer del 2019

Il mercato offre tantissimi modelli di minipimer, di diversa qualità e diverso prezzo. Abbiamo selezionato per voi quelli che ci sembrano i migliori, i più interessanti o i più originali. Non è una classifica assoluta. Ma il risultato dell'incrocio di diversi elementi, come la qualità e il prezzo, il successo di mercato e il design. Non abbiamo applicato nessuna formula segreta, solo un po' di buon senso.

Provato dallo chef

1. DA AVERE: Braun Minipimer MultiQuick 9

Luca Pappagallo Chef, creatore di cookaround.com

E' un frullatore a immersione potente, solido e versatile. Ha un motore da 1.000 Watt che gli permette di lavorare velocemente e con risultati di grande qualità.

Il corpo della macchina, dove risiede il motore, è solido e maneggevole. La velocità è regolabile in continuo.

Ha molti accessori, e questo la rende molto versatile, oltre che potente. Nella confezione trovate: il piede in acciaio inossidabile, un robot da cucina, una frusta a filo, uno schiacciapatate, un passaverdure, un mini tritatutto, un bicchiere graduato e cinque lame per tagliare e sminuzzare con relativo supporto. E un accessorio per fare le patatine.

Lo chef Luca Pappagallo lo ha provato e ha dichiarato che:

"Questo Minipimer è un grande alleato in cucina: molto versatile e funzionale si può, anzi si deve, usare tutti i giorni. Un prodotto questo da non mettere assolutamente nella dispensa bensì a portata di mano perché cambiando i pezzi e gli accessori si possono fare tutte le preparazioni, dal frullato di frutta per colazione alla pappa per i bambini, passando per un’ottima guacamole la sera."

LEGGI LA RECENSIONE COMPLETA

La redazione

2. IL PIÙ VENDUTO: minipimer Bosch MSM66120

Il frullatore a immersione Bosch MSM66120 risulta a oggi il più venduto su Amazon. E' una macchina abbastanza potente e funzionale, può sostituire un frullatore normale, si pulisce facilmente e occupa pochissimo spazio.

È un prodotto di fascia media. La potenza del motore è di 600 Watt. Può girare a 12 diverse velocità, cosa che garantisce una buona flessibilità rispetto agli alimenti che deve lavorare. E' provvisto di un tasto Turbo per farlo lavorare al massimo della potenza. Il piede è in acciaio inossidabile e può essere staccato dal corpo macchina grazie ad un aggancio a tasto doppio. Il materiale garantisce maggiore resistenza e la possibilità di lavorare anche sostanze molto calde. Il fatto che sia sganciabile dal corpo macchina permette di lavarlo anche in lavastoviglie.

L'impugnatura è ergonomica e pesa meno di un chilo. Queste caratteristiche lo rendono maneggevole e facile da utilizzare.

Gli accessori in dotazione sono due: un bicchiere graduato dalla capienza di 0,5 litri e un tritatutto.

Viste le caratteristiche funzionali, il minipimer Bosch MSM66120 ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Se lo trovate scontato, può essere davvero un'ottima occasione. Un minipimer può aiutare in moltissime operazioni.

La redazione

3. IL PIÙ VOTATO: mixer a immersione Braun MQ5035

A oggi ha ricevuto 777 voti. E la media è di 4,7 stelle su un massimo di 5. Più in dettaglio, la facilità di utilizzo ha un voto medio 4,8; la versatilità di 4,6; e la facilità di pulizia di 4,6. Niente male!

Già dal prezzo si capisce che è di una categoria diversa rispetto al precedente. E gli accessori di cui è dotato lo rendono anche flessibile e versatile. Il minipimer Braun MQ5035 ha un prezzo di listino di 85 euro. Ma sembra valerli tutti.

Ha un motore di 750 Watt che può girare a 21 velocità. La forza di lavoro del motore combinata con le molte velocità possibili gli permettono di lavorare alimenti di durezza anche molto diversa, di scegliere quanto finemente tritare, e di effettuare lavorazioni più raffinate modulando forza e velocità. Non può comunque tritare alimenti troppo duri, come quasi tutti i minipimer.

Corpo macchina e piede sono scomponibili. Il corpo macchina è in plastica e il piede in acciaio inox. Può essere quindi utilizzato per frullare alimenti caldi direttamente nelle pentole. Il piede può essere lavato in lavastoviglie.

Pesa 1,37 chili, non pochissimo. Ma la presa è ben fatta e risulta comunque facile da usare.

Il frullatore a immersione Braun MQ5035 è venduto con tre accessori: un bicchiere con una capienza di 0,6 litri, un tritatutto da 0,5 litri e una frusta a filo per montare e amalgamare uova e albumi, o comunque composti di bassa densità.

È uno strumento solido e versatile. E proprio questa sua versatilità lo rende un ottimo aiuto per tutte le famiglie.

La redazione

4. PER UNA QUALITÀ SUPERIORE: minipimer Kenwood HDM804SI

Rispetto agli altri minipimer presentati in questa guida, il Kenwood HDM804SI è sicuramente di un livello superiore. E il prezzo lo rispecchia: sono 150 euro di listino, ma come vedremo, li vale tutti.

Il motore ha una potenza di 1.000 Watt e la velocità è selezionabile in modalità continua. È inoltre possibile azionare la modalità Turbo, per spingere al massimo la potenza del motore. E la modalità Pulse, e cioè di lavoro a intermittenza. Queste caratteristiche lo rendono capace di lavorare davvero molti alimenti di durezze anche molto diverse.

La parte che contiene il corpo motore è in plastica ABS e l'impugnatura è ricoperta di materiale antiaderente. Il piede è in acciaio inox. Il Kenwood HDM804SI pesa un chilo. Il peso non eccessivo e l'impugnatura ergonomica garantiscono una buona maneggevolezza.

Parte degli elementi, considerando anche gli accessori, sono lavabili in lavastoviglie e parte no. Il manuale di istruzione specifica bene queste cose.

Il minipimer Kenwood HDM804SI viene venduto con molti accessori. Ci sono infatti un tritatutto da 0,5 litri, un gruppo lame in acciaio inox, una frusta a filo, un frullino montalatte e un bicchiere graduato da 1 litro. La ricchezza di accessori lo rende uno strumento molto versatile, oltre che flessibile e potente.

La redazione

5. PER CHI AMA IL COLORE: frullatore a immersione Russell Hobbs 18986-56

Bello e colorato, questo è il suo pregio maggiore. Se volete un elettrodomestico che dia vivacità all'arredamento della vostra cucina, il minipimer Russell Hobbs 18986-56 potrebbe fare al caso vostro. Per il resto è un minipimer della fascia dei modelli base. Ma fa egregiamente il suo lavoro, e cioè passati di verdura, maionese, e purè. E più in generale lavorazioni di alimenti già abbastanza morbidi.

Il motore ha una potenza di 400 Watt e può girare a due velocità. Ma non può essere utilizzato per più di 3 minuti consecutivi senza avere altri 3 minuti di riposo. Altrimenti il motore finirebbe col surriscaldarsi troppo.

Il corpo macchina è in plastica e il piede in acciaio inox. Pesa 1 chilo, e l'impugnatura ergonomica lo rende piuttosto maneggevole. Le parti rimovibili sono lavabili in lavastoviglie.

Quello che perde sul lato della potenza, il frullatore a immersione Russell Hobbs 18986-56 lo recupera in parte dal lato degli accessori. Nella confezione in cui viene venduto si trovano infatti un bicchiere da 0,5 litri, una frusta a filo e un tritatutto da 0,5 litri.

La redazione

6. L'ALTERNATIVA ECONOMICA: minipimer Braun MQ100

Con un prezzo di listino di 35 euro, il minipimer Braun MQ100 Soup MultiQuick 1 si posiziona nella fascia dei modelli base. Ma fa il suo lavoro in maniera più che egregia. È leggero, abbastanza ergonomico, non schizza anche lavorando alimenti liquidi e il piede si può lavare in lavastoviglie.

Il motore ha una potenza di 450 Watt e lavora a una sola velocità. Corpo macchina e piede sono entrambi in plastica e sono sganciabili. Il piede può essere lavato in lavastoviglie.

Pesa 540 grammi. È quindi piuttosto leggero e ci si può lavorare a lungo. Ma non troppo che altrimenti il motore si surriscalda.

Ha un solo accessorio: un bicchiere di 0,6 litri di capienza. Alla fine, visto il prezzo, si tratta comunque di un buon prodotto che può servire bene chi non abbia particolari pretese di prestazione. Ottimo per vellutate e passati di verdura.

Che cosa fa un minipimer

Il minipimer è un frullatore a immersione. Un oggetto lungo e sottile che deve essere appunto immerso negli alimenti che si vogliono frullare. È uno strumento leggero e facile da utilizzare. Se di buona qualità può frullare alimenti di diversa durezza. Occupa uno spazio ridotto rispetto a quello che occupano altri elettrodomestici da cucina. Se dotato di accessori diventa una macchina piuttosto versatile. Tanto che i migliori possono avvicinarsi molto alle funzionalità di un mixer da cucina.

Il frullatore a immersione viene utilizzato tipicamente per creme e salse, nella preparazione della maionese, per montare la panna e le chiare dell'uovo. Per i passati di verdura, per i frullati e le mousse.

Pregi e difetti

Il minipimer ha indubbiamente alcuni vantaggi rispetto ad altri prodotti simili. Oltre ad essere maneggevole e facile da usare, può lavorare direttamente nelle pentole o in altri contenitori.

Ma i minipimer hanno anche dei limiti. Non sono cioè adatti a lavorare per tempi lunghi o a tritare ingredienti particolarmente duri come ad esempio il ghiaccio.

Come scegliere un minipimer

I minipimer sono prodotti semplici. La loro struttura è tipicamente in due parti: il corpo motore e il piede in fondo al quale sono posizionate le lame che tritano gli alimenti. Nonostante l'estrema semplicità, sul mercato si possono trovare prodotti anche molto diversi tra loro. I tratti più importanti su cui si possono differenziare sono la potenza del motore, le velocità a cui può girare, i materiali con cui è fatto e gli accessori di cui è dotato. Da non sottovalutare anche il fatto che il corpo motore e il piede siano sganciabili l'uno dell'altro.

I fattori che differenziano tra loro i frullatori a immersione sono anche quelli su cui mettere l'attenzione quando si vuole scegliere un modello da acquistare. E quindi sono:

1. struttura: meglio se corpo motore e piede sono sganciabili
2. potenza: i minipimer di fascia alta hanno una potenza compresa tra gli 800 e i 1.200 Watt
3. velocità: la presenza di più velocità permette diversi tipi di lavorazione
4. materiali: meglio se il piede è in acciaio inossidabile, perché più resistente e adatto a lavorare alimenti caldi, ed è anche lavabile in lavastoviglie
5. accessori: un set ricco di accessori garantisce maggiore versatilità, e comprende di solito il bicchiere graduato; il tritatutto; la frusta a filo per montare; lo schiacciapatate; il passaverdure
6. ergonomia: e cioè quanto sia facile da usare, e in questo i due fattori più importanti per un minipimer sono il peso e la forma dell'impugnatura.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.