Il passaverdure elettrico Ariete 261 Passì Orange 2.0

-17%

Ho acquistato il passaverdure elettrico Ariete 261 Passì circa 10 anni fa: avevo un vecchio passaverdura manuale piuttosto faticoso, in special modo quando dovevo fare grandi quantitativi di prodotto, per esempio quando preparo la passata di pomodoro in estate per conservarla per l’inverno.

Con l’Ariete Passì separare la polpa dalla buccia è diventato un gioco da ragazzi: lo posiziono su un qualsiasi recipiente, verso gli ingredienti da passare, schiaccio un pulsante e in pochi minuti realizzo vellutate, passati e purè di frutta e verdura, e subito dopo posso mettere i vari componenti in lavastoviglie per il lavaggio.

I principali vantaggi del passaverdure Ariete 261 Orange 2.0

  1. è un passaverdure pratico, con un solo pulsante per controllare l’accensione e lo spegnimento;
  2. è maneggevole, perchè leggero e dotato di una bella impugnatura;
  3. è versatile, grazie ai 3 dischi intercambiabili con fori piccoli, medi e grandi;
  4. è facile da pulire, potendo separare gli accessori che vanno in lavastoviglie;
  5. è adattabile a più recipienti.

Caratteristiche tecniche dell'Ariete Passì elettrico

L’Ariete 261 ha le dimensioni di un classico passaverdure manuale, e misura infatti circa 37x16x20 cm. La differenza sta principalmente nella presenza di un motore da 25 watt, che gli permette di essere molto veloce e pratico nella produzione di creme, salse o vellutate, e che offre a chi lo usa un grosso risparmio in termini di tempo e fatica.

L’Ariete Passì ha una struttura in plastica dura di color arancio, composta da una lunga impugnatura, su cui è presente il pulsante di avvio/spegnimento, e una cavità da 1,4 litri di capienza, che ospita la lama in acciaio inox.

Inclusi nei circa 60 euro di spesa – un prezzo doppio rispetto a un passaverdure manuale, ma totalmente giustificato dalla sua funzionalità e resistenza nel tempo – sono presenti 3 tipi di disco:

  1. uno con fori piccoli, per un passato molto fine, ideale per frutta con semi molto piccoli (i frutti di bosco per esempio), le pappe per neonati, creme o salse che devono risultare molto lisce;
  2. uno con fori medi, per legumi, frutta o verdura cotti;
  3. uno con fori grandi, pensato per preparare la classica passata di pomodoro, oppure per tritare frutta morbida in piccoli pezzi, la banana per esempio.

È un modello unico, per cui non sono disponibili pezzi di ricambio, ma è anche molto duraturo e la mia esperienza lo dimostra: lo uso da 10 anni ed è ancora come nuovo.

Come usare e pulire un passaverdure elettrico

Il nome passaverdure è abbastanza autoesplicativo: è uno strumento pensato per realizzare passate di pomodoro, vellutate di verdure, creme a base di legumi o persino preparare la polpa di frutta per le marmellate.

Con l’Ariete 261 è ancora più facile farlo, soprattutto perché è elettrico, ma anche perché è utilizzabile con qualsiasi recipiente e perfettamente controllabile con una mano sola tramite il pulsante sull’impugnatura: a me è utile per la pomarola fresca, ma anche per preparare primi come la pasta e fagioli, oppure secondi più particolari, come la lepre in salmí o il cinghiale in dolceforte.

Dopo l’uso basta smontare tutti gli accessori rimovibili e inserirli nella lavastoviglie per il lavaggio.

Pro e contro del passaverdure elettrico Ariete 261 Passì

In questi 10 anni non ho avuto motivo di pentirmi in nessun modo della mia scelta: il passaverdure Ariete 261 Passì Orange 2.0 è stato e continua a essere un aiuto indispensabile nella mia cucina, liberandomi dalla fatica di dover girare una manovella per tritare e passare frutta, verdure o legumi.

Per chi cerca un prodotto automatico, l’Ariete è l’opzione più vantaggiosa, soprattutto perché per la sua resistenza nel tempo i 60 euro spesi si riescono ad ammortizzare davvero.

In ultimo, è lo strumento perfetto per chi cerca facilità d’uso e versatilità, perché in una sola confezione si trovano tutti gli accessori di cui potremmo avere bisogno.

Giudizio finale

Prezzo Medio

Il prezzo può sembrare alto per un passaverdure, ma in realtà il valore aggiunto sta nel motore elettrico, che lo rende facile da usare e super veloce. Questo, così come la presenza di 3 lame forate diverse e un unico pulsante di avvio, giustificano una spesa più alta, che viene poi ammortizzata negli anni in cui questo prodotto continua, come nuovo, a fare il suo dovere. Nel mio caso sono già 10 anni!

Pulizia Facile

Recipiente, pala e dischi sono rimovibili e lavabili in lavastoviglie.

Motore Elettrico

L'Ariete 261 Orange 2.0 è un passaverdure automatico, che dispone di un motore da 25 watt con cui è possibile tritare, frullare e passare con facilità qualsiasi tipo di ingrediente.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.
Durante la prova puoi interrompere quando vuoi, senza alcun addebito. Dopo la prova GZ Club si rinnova in automatico a € 29,99/anno invece di € 49,99
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter