La pentola fornetto Agnelli Nonna Aurelia FAMR8628

-28%

La pentola fornetto Agnelli Nonna Aurelia è stata acquistata da mia madre negli anni '90: avevamo avuto alcuni problemi con il forno tradizionale e questa pentola ci permetteva la cottura dei dolci sul fornello.

Dopo il mio matrimonio nel 2010, sono riuscita a convincere mia madre a cedermela: la volevo a tutti i costi e non mi sono mai pentita, la utilizzo moltissimo!

Caratteristiche tecniche e prezzo del fornetto versilia Agnelli FAMR8628

L’Agnelli Nonna Aurelia FAMR8628 si compone di tre pezzi, il corpo centrale a forma di ciambella, il coperchio e lo spargi fiamma, il che la rende un po’ ingombrante soprattutto in altezza, misurando 28x28x10 cm.

Per non lasciarla in bella vista di solito la metto nel forno, e la tiro fuori quando ne ho bisogno, ma un qualunque ripiano capiente della cucina andrà bene. Ne esiste comunque anche una versione più piccola con un diametro di 26 cm.

Dal punto di vista del peso, è invece molto leggero e maneggevole: il fornetto in sé è in alluminio BLTF mentre il coperchio e la piastra sono in ferro. Essendo in alluminio è meglio non lasciare i cibi troppo acidi o troppo salati a lungo a contatto con il materiale: per ovviare al problema basta usare, per esempio, della carta da forno. I manici sono in plastica così come il tappo: nel caso della mia pentola Agnelli il tappo si è fuso dopo 20 anni di onorato servizio ed è stato sostituito da un pomello casalingo. I manici sono invece ancora in perfetto stato.

Il design è vintage, invariato da sempre, e il colore argento, se ben trattato, si mantiene tale per tantissimo tempo, basta guardare la mia che ha pochissime parti scurite. Per preservare la pentola fornetto da danni futuri, è importante rivestirla di olio prima di utilizzarla la prima volta e lasciare agire per 12 ore.

La fascia di prezzo del fornetto Versilia Agnelli è bassa, aggirandosi intorno ai 30 euro. Inoltre, tenendo conto della durata del prodotto e del risparmio sull'elettricità che comporta il suo utilizzo, questo modello ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Non ne ho mai avuto bisogno, ma è anche coperto da una garanzia legale di 24 mesi.

Il Nonna Aurelia FAMR8628 non può essere messo in lavastoviglie, ma lavarlo a mano è semplice, perché anche le macchie più ostinate si tolgono facilmente con spugna e sgrassatore.

La pentola forno è ottima per cuocere dolci, ma anche il pane

La pentola Agnelli FAMR8628 è un piccolo forno a tutti gli effetti alimentato però dal fornello a gas, ed è ideale per cuocere quelle preparazioni dolci o salate che cuoceremmo in un forno tradizionale. Io lo utilizzo soprattutto per i dolci, perché la cottura a gas permette di avere lievitati molto soffici, ma mi è capitato di usarla anche per il pane.

Utilizzarla è molto semplice: l’interno della pentola va imburrato (od oliato) e cosparso di farina – oppure rivestito con la carta da forno –, dopodiché basta versare l’impasto, chiudere il coperchio e accendere il fornello più piccolo a fiamma moderata, rispettando i classici tempi di cottura della preparazione.

Pro e contro del fornetto Nonna Aurelia Agnelli da 28 cm

Possiedo e utilizzo regolarmente l’Agnelli Nonna Aurelia da 30 anni, e per resistenza, comodità e qualità dei materiali è la migliore pentola fornello ancora in commercio.

Esistono fornetti con la stessa funzione anche più economici ma non avendoli provati non posso garantire su una medesima durata nel tempo o su una qualità dei materiali equivalente a quella della pentola forno Agnelli.

È bene ricordare però che il modello FAMR8628 non può essere lavato in lavastoviglie, e che inoltre non è compatibile con tutti i piani cottura,  per esempio non è utilizzabile su cucine ad induzione.

Quando il mio fornetto Agnelli andrà in pensione, penso mi rivolgerò alla ditta Pentalux, che propone alcuni modelli di fornetto Versilia, che differiscono dal mio prevalentemente per dimensioni e materiali delle maniglie.

Giudizio finale

Prezzo Basso

Il fornetto Versilia Agnelli FAMR8628 ha un costo molto abbordabile, di poco sopra i 30 euro. Questo lo rende un'alternativa conveniente per chi non ha un forno tradizionale – e non vuole rinunciare a preparare lievitati dolci o salati – o per chi non vuole accenderlo solo per una preparazione, risparmiando energia. La durevolezza nel tempo lo rendono anche molto competitivo: dopo 30 anni di servizio il mio fornetto Nonna Aurelia è ancora efficientissimo.

Pulizia Facile

La pentola fornetto Nonna Aurelia non può essere messa in lavastoviglie, ma lavarla a mano è comunque semplice: bastano una spugna e del detersivo per piatti per far andare via anche lo sporco più ostinato.

Utilizzo Facile

Se la usi per la prima volta ti conviene oliarla per bene e lasciare riposare per almeno 12 ore, per evitare danni alla superficie. Dopodiché, puoi comportarti come per una teglia da forno: la imburri od oli, oppure la rivesti con carta da forno, e ci versi l'impasto. A questo punto, invece di metterla in forno, la posizioni sul fornello piccolo con il coperchio e lasci cuocere seguendo le tempistiche indicate nella ricetta.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.
Chiudi