Lo scaldavivande elettrico BOKQTTN

Dopo la terza media mia figlia ha cominciato a frequentare scuole fuori città e non avendo disponibilità di una mensa interna, ha sempre dovuto pranzare fuori casa. L’alternativa sarebbe stata il classico panino preparato alle sei del mattino e mangiato 8 ore dopo, ma da buona mamma italiana ho pensato che il buon vecchio tegamino, che le nostre nonne preparavano a chi rimaneva in cantiere per pranzo, rappresentasse una soluzione ben più adatta.

Oggi le epoche sono cambiate e il vecchio tegamino in acciaio con chiusura ermetica è stato sostituito da soluzioni più moderne: il Giappone ha diffuso anche da noi la cultura del bento, una sorta di contenitore con coperchio progettato proprio per trasportare un intero pranzo al lavoro. Quando la temperatura è più mite utilizzo solitamente il classico bento, un contenitore perfetto per contenere insalate miste, anche di riso e di pasta; nelle stagioni più fredde invece preferisco i pratici scaldavivande elettrici perché consentono di riscaldare il pranzo sul luogo di lavoro o di studio.

I principali vantaggi dello scaldavivande elettrico BOKQTTN

  1. è leggero;
  2. scalda il contenuto in 30-45 minuti;
  3. può contenere fino a 2 preparazioni alla volta;
  4. gli accessori sono lavabili in lavastoviglie;
  5. si adatta sia alle prese di corrente domestiche, che all'auto e al camion.

Design e accessori dello scaldavivande elettrico da 1,2 litri

Lo scaldavivande elettrico BOKQTTN ha un ingombro di 25 x 18 x 8 cm e proprio per essere facilmente trasportabile, è leggero, pesando circa un chilo.

La parte esterna è realizzata in plastica, color verde petrolio con rifiniture giallo ocra. Sulla parte superiore del coperchio troviamo l’alloggiamento per le posate - un cucchiaio e una forchetta in acciaio inox - e una solida maniglia, sempre in plastica colorata. Manca il coltello ma c’è comunque lo spazio per metterne uno di quelli solitamente presenti nei set da pic-nic.

È presente anche un forellino che serve da sfiato per il vapore che si formerà al momento in cui i cibi vengono riscaldati, e la perfetta chiusura è garantita da quattro fermi posti in ogni lato del contenitore. 

All’interno dello scaldavivande troviamo un vassoio in acciaio inox da 1,2 litri di capacità complessiva, rimovibile e diviso in due settori, uno più grande e uno più piccolo. Sul vassoio è impressa una scritta in ideogrammi cinesi: ho fatto una ricerca con Google traduttore e Google Lens e pare ci sia scritto Puro 304, che è l’acciaio più utilizzato nella produzione di utensili ad uso alimentare, soprattutto per quelli destinati all’ambito domestico. 

Il vassoio è a stretto contatto con il coperchio quindi possiamo tranquillamente mettere due tipi di cibo diversi senza il rischio che durante il trasporto possano entrare in contatto. Ovviamente è consigliabile inserire cibi solidi o al massimo un primo piatto condito con del sugo. Sconsiglio, invece, minestroni, brodi o vellutate.

Nella parte inferiore del contenitore, proprio sotto al vassoio, troviamo la parte elettrica che consente di scaldare i cibi. Una raccomandazione: al primo utilizzo bisogna rimuovere la pellicola trasparente blu. Purtroppo non è scritto da nessuna parte quindi è facile dimenticarsene.

Sulla parte laterale ci sono i due attacchi per l’alimentazione, uno per il collegamento alla presa a muro – indicato quindi per l’ufficio o comunque in ambienti chiusi – e l’altro per il cavo da collegare all’accendisigari dell’auto (o del camion eventualmente).

La parte inferiore esterna riporta i classici simboli previsti dalle normative che ci consentono di conoscere meglio le caratteristiche dello scaldavivande elettrico.

A corredo viene fornita una pratica custodia semirigida in tessuto non tessuto foderata all’interno in materiale argentato: è chiusa da una zip e ha due pratici manici per il trasporto.

Per quanto riguarda la cura e la manutenzione: la parte esterna va pulita semplicemente con un panno umido mentre il vassoio e le posate possono andare in lavastoviglie. Non ci sono indicazioni particolari circa la garanzia ma gli acquisti Amazon sono sempre sicuri; dovesse presentarsi qualsiasi problema il servizio clienti è sempre impeccabile.

Uno scaldavivande elettrico è la soluzione migliore per chi deve spesso mangiare fuori casa

Utilizzare lo scaldavivande BOKQTTN è molto semplice, perché i cibi all’interno devono essere messi già pronti per il consumo: possiamo mettere una porzione di pasta al forno, di lasagne, delle polpette, della verdura cotta a vapore, delle cotolette o i bocconcini di pollo. È sempre consigliabile mettere del cibo ancora caldo per ridurre i tempi di riscaldamento al momento del pranzo.

Per scaldare un cibo occorrono mediamente tra i 30 e i 45 minuti: dopo aver chiuso ermeticamente lo scaldavivande con il cibo all’interno, basta collegare la spina alla presa di alimentazione e attendere. È consigliabile aprire il vano di alloggiamento delle posate in modo da far fuoriuscire il vapore che si formerà durante la fase di riscaldamento. Una volta terminato il pranzo si chiude tutto, si mette il contenitore nella sua custodia e arrivati a casa potremo procedere con il lavaggio del vassoio e delle posate, a mano o in lavastoviglie.

Io comunque lo utilizzo anche a casa perché mi è molto comodo quando devo scaldare o mantenere in caldo qualcosa, soprattutto sughi o salse. Quando ad esempio preparo il classico sugo di fegatini toscano evito di scaldarlo al fuoco perché il calore rischierebbe di farlo seccare ulteriormente, e utilizzo invece lo scaldavivande elettrico, che è una soluzione decisamente migliore. In realtà è un prodotto utile anche per mantenere in caldo il pranzo a chi arriva in ritardo.

Consiglio il modello BOKQTTN, ma attenzione al tipo di alimento che vi si inserisce

Tutto sommato lo scaldavivande BOKQTTN è un buon prodotto, indispensabile per chi è costretto a mangiare quotidianamente fuori casa. D’altronde, non sempre è presente una mensa negli ambienti di lavoro e comunque possono esserci delle limitazioni per le quali siamo costretti a portare il pranzo da casa (pensiamo ad esempio a chi sta seguendo una dieta specifica o semplicemente a chi preferisce mangiare mentre sta lavorando per poter uscire mezz’ora prima dal lavoro).

In fase di acquisto del proprio scaldavivande ideale è importante valutare il tipo di alimentazione che intendiamo seguire: questo della BOKQTTN ha un solo vassoio che, anche se diviso in due scomparti, prevede che entrambe le pietanze necessitino di un riscaldamento.

Se ad esempio vogliamo portare al lavoro del pesce o carne accompagnato da un’insalata è consigliabile orientarsi su oggetti che prevedano una parte del vassoio separata come ad esempio questo a marchio Satyby oppure questo a marchio Hommdiy che ha addirittura 4 piccoli contenitori indipendenti l’uno dall’altro, tutti con coperchio, con cui possiamo portare in ufficio un intero pranzo composto da primo, secondo, contorno e frutta!

Giudizio finale

Capienza 1,2 litri

Il vassoio in acciaio inox, rimovibile e diviso in due parti, ha una capacità di 1,2 litri e permette di trasportare comodamente due preparazioni differenti. L'importante è che si tratti di cibi solidi, non è consigliabile usarlo per zuppe, minestroni o vellutate.

Auto/camion

Lo scaldavivande BOKQTTN dispone di un cavo adattabile all'accendisigaro di un'auto – da 12 volt – o a quello di un camion – da 24 volt.

Casa/ufficio

Il modello BOKQTTN ha anche un cavo da 220 volt da utilizzare nelle prese di corrente di casa, scuola o ufficio.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.
Chiudi