Il termometro da cucina digitale ThermoPro TP16

-10%

Ho acquistato il termometro da cucina digitale ThermoPro TP16  il 12 agosto 2019: quell'anno avevo un forno non perfettamente funzionante, che acceso non riscaldava alla temperatura impostata dalla manopola, e avevo quindi bisogno di un termometro elettrico da posizionare all'interno per monitorare il riscaldamento e portare a termine le mie ricette in forno. Ora lo utilizzo in realtà anche per le grigliate sul barbecue, per controllare le pietanze nell'affumicatore o per ricette cotte e/o scaldate sul fornello a gas, per esempio per la temperatura del latte o quella del cioccolato fuso.

I principali vantaggi del termometro elettrico da cucina TermoPro TP16

  1. è un termometro leggero, pesa 140 grammi circa;
  2. ha una sonda piuttosto lunga, da 16,5 cm e cavo da 1 metro, così da poterlo usare in forno;
  3. resiste al calore fino a 300°;
  4. ha temperature preimpostate per alcuni tipi di carne e pesce;
  5. è preciso, con uno scarto massimo di 1°.

Caratteristiche tecniche del termometro per cucina ThermoPro con una sonda

Il termometro da cucina modello TP16 è piccolo, sta sul palmo della mano e misura 6,5x7x1,8 cm, leggero 142 grammi ma molto funzionale con un design lineare e moderno, costituito da un corpo unico in plastica nera e una sezione in metallo argentato sul davanti. Sul davanti del corpo principale c'è un ampio display LCD retroilluminato su cui si possono leggere tutte le funzioni del termometro.

Su un lato è inserito il jack della sonda che è costituita da un cavo in acciaio inossidabile di un metro e la sonda, sempre in acciaio inossidabile per uso alimentare, è lunga 16,5 cm. La sonda e il cavo possono sopportare temperature fino a 300°C e per questo possono rimanere all'interno del forno, con la sonda inserita nel pezzo di carne durante tutta la cottura. Non solo, il termometro può essere utile anche per il barbecue, la cottura a gas, l'affumicatore, o la griglia.

Alimentato da una batteria ministilo, il ThermoPro TP16 si accende con un tasto a scorrimento, posto sul retro, e da cui si possono selezionare due opzioni: l'accensione per il timer – da 0:00 a 99:59 – e l'accensione per la funzione temperatura – 0° a 300°. Sempre sul retro c'è un altro tasto a scorrimento che serve per selezionare i gradi Celsius e i gradi Fahrenheit.

Il termometro ha, sul retro, una calamita per poterlo attaccare al forno o al frigorifero, un foro per poterlo appendere e una staffa, che si estrae per poterlo appoggiare su qualsiasi superficie.

Il ThermoPro ha un prezzo conveniente, sotto i 20 euro, ed esiste anche in una versione più completa, che permette di avere sul display sia la temperatura che il timer, a differenza di ciò che appare sul modello TP16, e un modello TP17, dotato di due sonde. In caso di rottura, è anche possibile sostituire la sonda e il cavo con un suo ricambio.

Come usare un termometro da cucina digitale con display, cavo e sonda

Inizialmente avevo acquistato il termometro elettrico per accertarmi della temperatura del forno, ma con l'utilizzo mi sono resa conto che è utile anche in moltissime altre occasioni: per esempio se devo preparare una meringa o un arrosto; se devo preparare una ricetta che richiede un controllo sistematico della temperatura, come il temperaggio del cioccolato oppure scaldare il latte e portarlo a sfiorare il bollore.

L'uso è piuttosto semplice, ed è coadiuvato da una versatilità di posizionamento: se serve posizionare la sonda in una pentola, basta estrarre la staffa per far stare in piedi il termometro, se invece serve posizionarla in forno, il corpo del termometro si può attaccare al forno grazie alla calamita sul retro.

Con i 3 pulsanti sulla sommità si selezionano poi le varie funzioni, in base alla funzione che è stata selezionata dal pulsante di accensione sul retro: accendendo il timer, per esempio, con i tasti sulla sommità si può impostare un numero da 0:00 a 99:59, e con l'altro tasto avviare il timer, cosicché allo scadere del tempo suonerà un segnale acustico, un bip intermittente e molto forte.

Impostando l'accensione per la temperatura, invece, con i tre pulsanti sulla sommità si possono aumentare e diminuire i gradi, selezionare il tipo di carne che deve essere cucinato e di cui è già preimpostata la temperatura come: pollame, pesce, maiale, vitello, manzo medio, manzo ben cotto, manzo al sangue.

Il modello TP16 si pulisce con un panno in microfibra bagnato e ben strizzato, e non si può mettere in lavastoviglie, nemmeno la sonda perché ha un attacco jack. Meglio lavarla con acqua calda e sapone per piatti.

Pro e contro del ThermoPro TP16 digitale

Non ho esperienza diretta di altre marche ma posso affermare che per l'uso casalingo questo termometro digitale è un salvavita, sia in caso di malfunzionamenti del forno, sia per ricette che strettamente dipendenti dal monitoraggio della temperatura per la buona riuscita: da quello che leggo su tipologie simili di termometri da cucina, il modello TP16 è sufficientemente valido e funzionale, ha un prezzo molto economico, accessibile a tutti, ed è comodo anche da portare e usare fuori dalla propria cucina. 

Non conosco altri prodotti di questo tipo ma per chi avesse un budget molto più generoso e desiderasse uno strumento davvero digitalmente moderno, mi ha colpita il modello bluetooth MEATER Plus, che ha una sonda che si inserisce nel pezzo di carne e si comanda con una app sul cellulare.

Giudizio finale

Prezzo Basso

Con meno di 20 euro – o poco più di 10, a seconda delle offerte in corso – si riesce ad acquistare un termometro da cucina elettrico pratico e funzionale, che è infatti leggerissimo, facile da riporre dopo l'uso, e facile da usare, sia dal punto di vista delle funzionalità – comprese di temperatura predefinite per alcuni tipi di carne –, sia dal punto di vista del posizionamento in cucina – perché si può appendere oppure appoggiare su una superficie piana.

Pulizia Facile

Non è possibile lavare nulla in lavastoviglie, ma per il corpo basta un panno umido e per la sonda una passata d'acqua e sapone.

Precisione 1°C

Il ThermoPro TP16 è un termometro sufficientemente preciso, che presenta uno scarto massimo di 1 grado, su una temperatura che può oscillare da 0° a 300°.

Potrebbe interessarti
Provato dal blogger
Maria Luisa Trapanotto Blogger di Uovazuccheroefarina

Il termometro da cucina digitale ThermoPro TP17

Opinioni della blogger Maria Luisa Trapanotto sul termometro da cucina digitale ThermoPro TP17. Scopri pro e contro e trova le migliori…
Contenuto sponsorizzato: GialloZafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, GialloZafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.
Newsletter
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.