Il termometro da cucina digitale ThermoPro TP17

-15%

Ho acquistato il termometro da cucina ThermoPro TP17 nel lontano settembre 2018: stavo cercando un termometro che mi permettesse di cuocere qualsiasi tipo di arrosto alla giusta temperatura e tra i tanti modelli proposti su Amazon, il ThermoPro mi è sembrato la soluzione migliore per rapporto qualità prezzo.

Per la perfetta riuscita di un arrosto sono fondamentali due cose: il giusto taglio di carne e la giusta temperatura di cottura. Un arrosto troppo cotto, soprattutto se abbiamo acquistato tagli pregiati come il filetto, il controfiletto o la noce che solitamente non hanno parti grasse, risulterebbe stopposo e poco appetibile. Al contrario, cuocendolo troppo poco, nella parte centrale risulterebbe completamente crudo. Questa breve premessa per dirvi che il termometro da cucina è uno di quegli accessori che definirei indispensabili, soprattutto per ricette di carne, ma anche per alcune preparazioni di pasticceria.

I principali vantaggi del termometro da cucina digitale ThermoPro TP17

  1. è uno strumento compatto, ma completo;
  2. è un termometro a doppia sonda;
  3. ha una capacità di misurazione molto precisa, intorno a 1°C;
  4. può essere appeso su superfici magnetiche, e anche le sonde possono essere inserite in sospensione all'interno del forno o nel barbecue;
  5. per pulirlo basta un panno umido.

Caratteristiche tecniche e funzioni del termometro ThermoPro digitale

Il ThermoPro TP17 è un termometro digitale da cucina che misurando cm 8 x cm 8 x cm 2 di profondità risulta piccolo e compatto, ma ha già tutto ciò che si potrebbe chiedere a uno strumento di questo tipo. È un termometro a doppia sonda, che permette quindi di monitorare in contemporanea la cottura di due diversi tipi di carne oppure, soprattutto in caso di tagli di grandi dimensioni, di verificare la cottura in punti diversi in modo da trovare un giusto compromesso tra le estremità e la parte centrale.

Le sonde sono lunghe circa cm 20 e realizzate in acciaio inox con cavo in acciaio lungo circa 1 metro. La cima è appuntita in modo da poter penetrare facilmente nel taglio di carne scelto, ed entrambe hanno un cappuccio in silicone per proteggerle quando non vengono utilizzate. Sono capaci di rilevare un range di temperatura che va da -10° fino a 300° Celsius, corrispondenti a 572 gradi Fahrenheit. Il cavo di acciaio permette di utilizzare il termometro anche in forno: è sottile, facilmente malleabile e passa tranquillamente anche attraverso la porta del forno chiusa. Bisogna fare attenzione a non toccarlo con le mani perché in cottura diventa incandescente!

La superficie frontale del ThermoPro TP17 ospita un ampio display – che si accende mediante il tasto posto sul retro – e quattro pulsanti fisici:

  1. il primo permette di selezionare quale sonda intendiamo utilizzare in cottura;
  2. i due successivi permettono di regolare manualmente la temperatura, il timer e di scorrere tra le varie temperature preimpostate;
  3. l’ultimo tasto, denominato MEAT/ST/SP, serve per attivare la regolazione rapida della temperatura scegliendo tra le varie opzioni – pollo, vitello, maiale, pesce, manzo cottura al sangue, cottura media, ben cotto e personalizzato – facilmente riconoscibili grazie alle icone grafiche. 

I valori impostati sono quelli raccomandati dall’USDA (Dipartimento per l'Agricoltura degli Stati Uniti), ed è presente anche la funzione BBQ che consente di controllare la temperatura in occasione di un barbecue o all’interno di un forno. Con lo stesso tasto, in modalità timer, si avvia il conto alla rovescia, e una volta raggiunta la temperatura selezionata, il termometro emetterá un bip continuo.

Lateralmente troviamo i due attacchi per le sonde nella parte destra; mentre a sinistra c’è un’utilissima tabella con le temperature raccomandate per la perfetta cottura dei principali tipi di carne.

Nella parte posteriore sono presenti due selettori: il selettore per la visualizzazione dei gradi in scala Celsius o Fahrenheit, e il selettore On/Off/Timer. Sempre sul retro è presente il vano batterie - il termometro è alimentato da una batteria AAA -; una piccola staffa per mantenerlo in piedi su un piano, due magneti per attaccarlo ad una superficie metallica - ad esempio sulla parte superiore del forno, solitamente in acciaio - e un foro per poterlo eventualmente appendere.

Per mantenerlo in perfetta efficienza è sufficiente pulire sia il termometro che le sonde con un panno umido, e ha comunque una garanzia di due anni estendibile di ulteriori tre pagando una piccola somma al momento dell’ordine.

Come usare un termometro da cucina a doppia sonda

Il ThermoPro TP17 è un termometro pensato per la carne, dall'arista al vitello, al pollo, ma in verità può essere utilizzato in tutte quelle tecniche di cucina che richiedono un controllo preciso della temperatura, ad esempio il temperaggio del cioccolato oppure la preparazione della meringa all’italiana. 

Anche nella frittura la giusta temperatura ha la sua importanza, perché un olio troppo caldo produrrà una frittura eccessivamente colorata all’esterno ma irrimediabilmente cruda all’interno: giusto per fare un esempio, per ottenere dei krapfen perfetti, con quella bella riga chiara al centro, la temperatura dell’olio deve aggirarsi sui 160°/170°. Senza l’utilizzo del termometro è facile sforare determinate temperature e trovarsi in un attimo a dover gestire un olio troppo caldo.

La lunghezza della sonda ci permette di utilizzare il termometro anche per verificare la corretta temperatura di un liquido, ad esempio del vino: è sufficiente inserire la punta della sonda all’interno della bottiglia.

Il termometro da cucina è utile anche per verificare la corretta temperatura del forno elettrico: a volte il problema delle torte che si sgonfiano una volta tolte dal forno è dovuto proprio alla differenza tra i gradi effettivi e quelli impostati con la manopola, soprattutto se abbiamo un forno non proprio professionale. Qui ci viene in aiuto il TP17: è dotato di un gancetto provvisto di foro, utile per poter fissare la sonda in sospensione attraverso le griglie del forno per poterne verificare l’effettiva temperatura interna.

Pro e contro del ThermoPro TP17

Negli ultimi anni ho acquistato altri tipi di termometri da cucina, anche più sofisticati del modello TP17, e ormai ne ho una vera e propria collezione, che spazia dal più spartano termometro analogico a spillone al più sofisticato modello wireless con app dedicata, passando per il tecnologico termometro ad infrarossi. 

Rimango comunque affezionata al mio ThermoPro TP17, che grazie alla presenza dei magneti è fissato sul frontalino in acciaio del mio forno ed è quindi sempre pronto all’uso. È il termometro ideale per chi non cerca a tutti i costi l’ultimo modello presente sul mercato, per chi non è fanatico delle app ma soprattutto per chi cerca un oggetto che sia una sorta di passe-partout: il ThermoPro TP17 è, infatti, il giusto compromesso tra qualità e prezzo, che con meno di 30 euro offre allo stesso tempo piccole dimensioni, una misurazione molto precisa e una estrema facilità di utilizzo. Ho avuto modo di confrontare le misurazioni con apparecchi più sofisticati di questo e ne ho avuto la conferma. 

Se dovessi suggerire un termometro da affiancare a questo mi orienterei senza dubbio su quello ad infrarossi, che rileva i valori in maniera praticamente immediata senza entrare in contatto con i cibi.

È l’ideale per tenere sotto controllo la temperatura dell’olio in frittura, oppure la cottura della crema pasticcera, che, per evitare che sappia troppo di uovo, deve essere cotta a una temperatura massima di 82°.

Giudizio finale

Prezzo Basso

Con una spesa inferiore ai 30 euro, il termometro da cucina digitale ThermoPro TP17 offre una soluzione vantaggiosa per chi cerca un supporto utile per quelle ricette che necessitano di un controllo preciso della temperatura, come i piatti di carne, soprattutto se spessa, alcune preparazioni di pasticceria, come la crema pasticcera, la meringa o il cioccolato, o per la frittura in olio. Il rapporto qualità prezzo è infatti ottimo, e combina facilità d'uso, praticità e versatilità, grazie alla doppia sonda.

Precisione 1°C

Il ThermoPro TP17 ha un elevato grado di precisione, intorno all'1°C, che riesce a misurare temperature comprese tra -10° e 300°C.

Sonde 2

Un termometro da cucina a doppia sonda non solo migliora la qualità del cibo cucinato, aiuta anche a risparmiare tempo nelle preparazioni, potendo tenere sotto controllo separatamente due pietanze diverse. Le sonde del modello TP17 sono anche sufficientemente lunghe da poter essere sospese all'interno del forno o in un barbecue per monitorare la cottura.

Contenuto sponsorizzato: Giallozafferano.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Giallozafferano.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.
Chiudi
Prezzo bloccato per 24 mesi - Disdici quando vuoi
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.